Chemioterapia e alimentazione: qualche consiglio.

Vi abbiamo parlato spesso di alimentazione antitumorale e di ricette adatte a prevenire l’insorgenza delle malattie. Oggi ci rivolgiamo invece a tutte quelle persone che stanno affrontando un trattamento chemioterapico o radioterapico e che si trovano quindi a convivere con gli effetti collaterali di queste cure.
alimentazione durante la chemio
Una delle maggiori difficoltà che si incontra durante il ciclo terapeutico riguarda proprio il rapporto con cibo. Alcuni tra i disagi più frequenti sono:

  1. Calo dell’appetito e stanchezza
  2. Infiammazione del cavo orale e difficoltà di masticazione e deglutizione
  3. Alterazione del gusto
  4. Nausea e vomito

Anche se si tratta di disagi passeggeri, durano il più delle volte qualche settimana, e che non incidono in alcun modo sull’efficacia delle cure o il decorso della malattia, è importante tenere a mente qualche suggerimento per affrontare al meglio anche questi spiacevoli effetti collaterali.

Ecco i nostri consigli per chi sta affrontando il difficile rapporto tra chemioterapia e alimentazione:

1. La stanchezza e il calo dell’appetito fanno spesso perdere la voglia di cucinare, di fare la spesa e soprattutto di pensare a cosa mangiare. Ecco alcuni consigli generali per stimolare l’appetito:

  • Non abbiate paura di chiedere ad amici e parenti di cucinare per voi; è meglio avere un aiuto che saltare i pasti.
  • Se scelti con cura, anche i cibi surgelati o pronti possono essere valide alternative ai piatti caserecci.
  • Andate nella vostra rosticceria preferita; potrete comprare quello che preferite senza dover stare ai fornelli.
  • Se potete, fate una passeggiata prima di mettervi a tavola, stuzzicherete l’appetito.
  • Se non avete infiammazioni alla bocca, bevete un aperitivo analcolico prima di mangiare.
  • Preferite l’assunzione di piccole quantità di cibo durante la giornata, nei momenti in cui davvero ne avete voglia; mangiare sarà sicuramente più piacevole.
  • Se l’odore del cibo vi infastidisce, state lontani dalla cucina quando vengono preparati i pasti e privilegiate piatti freddi o a temperatura ambiente.

2. Se le terapie vi stanno causando infiammazione del cavo orale, potete seguire alcuni utili accorgimenti:

  • Tagliate i cibi finemente e fateli amalgamare con condimenti cremosi come formaggi morbidi, maionese o yogurt.
  • Tritate carne o pesce e magari impastateli con latte vegetale o uova (non troppo spesso) per cucinare polpette morbide.
  • Preferite spuntini morbidi come yogurt, budini, frullati o centrifughe.
  • Se anche il cibo tritato vi causa problemi, potete scegliere alternative per l’infanzia come omogenizzati o semolino.
  • Evitate assolutamente di fumare, bere alcolici o bevande acide e gassate, alimenti troppo caldi, speziati, salati e affumicati e non consumate salsa di pomodoro.
  • Dopo i pasti risciacquate accuratamente denti e bocca e tenete umide le labbra con un burro di cacao.

3. Se vi capita di sentire alterato il gusto dei cibi provate queste soluzioni:

  • Consumate piatti che davvero vi stimolano e lasciate da parte, almeno per un po’, ciò che non vi piace.
  • Provate ad usare erbe aromatiche come timo, basilico o rosmarino per esaltare il sapore dei piatti.
  • Se mangiate carne, fatela marinare prima. E se ancora vi infastidisce il sapore, sostituitela con alimenti proteici di origine vegetale.
  • Utilizzate posate di plastica; il sapore alterato del metallo potrebbe essere molto fastidioso.

4. La sensazione di vomito è uno degli effetti più comuni della chemioterapia; può essere contrastata con piccoli accorgimenti:

  • Se non vi sentite di mangiare, non sforzatevi.
  • Mangiate quando davvero ne avete voglia; anche se in orari che vi sembrano strani e poco usuali.
  • Preferite piatti freddi o comunque con odori leggeri.
  • Bevete poco durante i pasti per evitare la sensazione di gonfiore e pienezza.
  • Quando la nausea si avvicina, prendete un po’ d’aria con una passeggiata o anche solo avvicinandovi alla finestra.
  • Se state male al mattino, prima della colazione, provate ad allontanare il senso di vomito masticando una fetta biscottata o dei crackers.
  • Non bevete alcolici ed evitate il caffè.

Quelli di cui vi abbiamo parlato sono soltanto alcuni degli effetti collaterali causati da chemioterapia e radioterapia. Spesso queste cure causano anche diarrea o stitichezza, secchezza della bocca e altro ancora.
Non allarmatevi però, perché si tratta di inconvenienti sì spiacevoli, ma passeggeri. Dopo la terapia riuscirete nuovamente ad apprezzare il cibo. Per ora seguite questi consigli e, se non avete indicazioni particolari da parte del vostro medico, cercate di preparare piatti che davvero vi piacciano e che vi aiutino a non vivere il momento del pasto come un fastidio.
Per altri consigli su chemioterapia e alimentazione continuate a seguire il Blog di Fondazione CMT. E per avere suggerimenti su uno stile di vita sano e una corretta alimentazione antitumorale visitate il nostro sito.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *