Cos’è il tumore? Come nasce un tumore?

I tumori maligni sono una delle malattie più gravi che possano colpire persone di ogni età e l’incidenza aumenta con l’età, per la più lunga aspettativa di vita.
Ci sono alcuni organi e parti del corpo più colpite di altri (polmoni, fegato, ovaie, utero, seno, prostata, colon retto, intestino, ecc) e incidono variabili quali il sesso e la collocazione geografica.
E’ noto che i tumori dipendono soprattutto dallo stile di vita, dall’alimentazione, dall’esposizione a sostanze nocive (radioattività, smog, fumo di sigaretta, ma anche i raggi UV per la pelle, ecc).
E’ fondamentale quindi prevenire il tumore con uno stile di vita sano, intendendo soprattutto un’alimentazione antitumorale equilibrata, che comprenda tutti i nutrienti necessari, ricca di frutta e verdura che dovrebbe essere biologica, per non esporsi all’ingestione di fitofarmaci altamente cancerogeni che vengono usati per la coltivazione intensiva.

cos'è il tumore
Il corpo per non ammalarsi ha bisogno di mantenere un equilibrio idro lipidico nel senso che non bisogna abusare di grassi animali e vegetali preferendo invece quelli del pesce, e in particolare di quello azzurro e bevendo molta acqua.
Anche la regolare attività fisica è importante per mantenere il peso forma, rinforzare ossa e muscoli, favorire la circolazione e aiutare il sistema cardio circolatorio a funzionare adeguatamente perché ossigeni i tessuti.

Se si dovesse definire la nascita di un tumore si potrebbe parlare in parole molto semplici di cellule impazzite che passano da vari stadi (da cellula pretumorale a neoplastica), dove queste si riproducono in modo incontrollato.
Nella riproduzione di un tumore concorre anche la situazione del sistema immunitario che non reagisce agli attacchi e anche gli squilibri ormonali.
Alla base dello sviluppo di un tumore ci sono anche le malattie virali e spesso varie cause concorrono alla degenerazione stessa delle cellule.

Il tumore può essere benigno o maligno e in quest’ultimo caso prende anche appellativi diversi come cancro, neoplasia, neoformazione.
Il tumore si definisce benigno quando interessa soltanto un’area limitata all’organo o della parte del corpo che ha colpito.
Quello maligno invece si estende coinvolgendo anche organi vicini ma soprattutto lontani, ed è in questo caso che si parla di metastasi.
Il tumore maligno infatti si diffonde anche a distretti lontani rispetto all’origine, con cellule che cambiano e il sistema immunitario non le riconosce come estranee, quindi non attiva nessun meccanismo di difesa.

Le statistiche rispetto all’incidenza dei tumori parlano di un aumento esponenziale rispetto agli anni ’70 anche se sono state perfezionale le cure combinante, che sono meno invasive rispetto al passato e che possono garantire un’aspettativa di vita maggiore. Purtroppo in taluni casi non sono affatto risolutive al punto che questa malattia si è guadagnata l’appellativo di “male del secolo”.
Nel nostro paese ogni anno circa 365 mila persone si ammalano di tumore (54% uomini, 46% donne), fatta eccezione per i tumori della pelle.
I dati del 2014 parlano di 175 mila persone morte di tumore (quasi 100 mila uomini e circa 75 mila donne). Ogni 1000 abitanti si ammalano all’anno 4 uomini e 3 donne ma il dato sta calando anche tra i giovanissimi. Il tumore più frequente per entrambi i sessi è quell del colon nel 14% dei casi (Fonte: Istat).
La sopravvivenza è aumentata grazie alla diagnosi precoce e alle terapie, ma questi numeri sono comunque molto alti ed è per questo che bisogna prendere coscienza di quanto sia importante prevenire fin dalla giovane età, evitando comportamenti a rischio e favorendo invece quelli “antitumorali”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *