Il Prof. Rossi spiega come la Fondazione CMT abbia fatto sperimentazione

Il Prof. Sandro Rossi è stato ospite della trasmissione Medicina Amica di Telecolor condotto da Antonella Baronio. In quell’occasione c’è stato modo di parlare di sperimentazione animale in campo medico. Il Prof. Rossi ha così spiegato che per la Fondazione CMT, “le prove su animali sono state fatte con tutti i crismi, cioè con l’anestesia totale e in perfetta sintonia con quelle che erano le direttive veterinarie e per la sperimentazione su animale. Quindi gli animali non hanno sofferto e la Fondazione CMT ha fatto il minor numero possibile di test per verificare la fattibilità della tecnica sull’uomo. Una volta verificata questa possibilità, si è passati alla sperimentazione sull’uomo in pazienti in cui non c’erano altre prospettive terapeutiche.”

Anche se le direttive ministeriali suggeriscono di trovare, quando possibile, delle alternative, ad oggi la sperimentazione animale rimane molte volte l’unico metodo efficace per condurre ricerche scientifiche affidabili e rigorose.
In questo video troverete il piccolo estratto di un’intervista in cui lo stesso Professor Rossi racconta come in passato Fondazione CMT abbia dovuto far uso di animali per attività di laboratorio, ma anche come i progressi medici abbiano poi consentito, perlomeno contestualmente agli studi sulla termoablazione, di ricorrere ad altri metodi sperimentali.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *