Inquinamento atmosferico in città: 5 consigli “green” per la tua salute

Sempre più frequentemente si sente parlare di correlazione tra inquinamento atmosferico e tumori e diversi studi hanno dimostrato l’esistenza di una reale connessione tra essi.

Inquinamento atmsoferico

Da oltre un decennio, infatti, l’epigenetica (scienza che studia le mutazioni genetiche e la trasmissione di caratteri ereditari non attribuibili direttamente alla sequenza del DNA) insegna che le influenze ambientali, specialmente nelle prime fasi di vita, sono in grado di modulare il nostro stato di salute, non solo per quanto riguarda il cancro, ma per quasi tutte le malattie di cui soffriamo.

L’origine dei tumori, quindi, non dipende solo in mutazioni casualmente insorte nel DNA, ma anche in moltissime modificazioni genetiche indotte da agenti fisici e sostanze chimiche tossiche e pericolose con cui entriamo in contatto ancora prima di venire al mondo.

Essere esposti a queste sostanze, oltre ad aumentare il rischio di contrarre disturbi cardiovascolari o cancro, aumenta l’insorgere di patologie dell’apparato respiratorio acute e croniche per via dell’inalazione di polveri e micro-polveri sottili, biossido di azoto e ozono.

L’associazione con altri fattori di rischio, come il fumo di sigaretta, aumenta l’effetto cancerogeno dell’inquinamento atmosferico, incrementando in maniera significativa il rischio di sviluppare un tumore.

L’Italia, secondo uno studio emerso dall’Agenzia Europea dell’Ambiente, è il paese europeo in cui l’inquinamento atmosferico causa il maggior numero di morti; a rischiare maggiormente sono i bambini e chi è già effetto da disturbi respiratori.
Il panorama sembra molto drastico, ma è possibile ridurre l’impatto ambientale del nostro stile di vita, attuando dei semplici accorgimenti che possiamo applicare alla nostra quotidianità.
Ecco una lista di consigli importanti per la nostra salute e l’ambiente:

1) Utilizza il trasporto pubblico: gli autobus e le linee ferroviarie sono tre volte più efficienti rispetto alle auto private e riducono le emissioni in atmosfera di sostanze di nocive di circa mezza tonnellata all’anno.

2) Sgranchisci le gambe: una camminata ti mantiene in forma, riduce il costo della palestra e non danneggia il clima. Prova a scoprire la tua città a piedi: ne rimarrai sicuramente affascinato e scoprirai nuovi posti che fino a quel momento erano rimasti sconosciuti.

3) Vola solo se devi: il traffico aereo rappresenta con certezza la maggiore minaccia per il clima. Trova delle alternative, soprattutto per lavoro, come le videoconferenze. Riduci i voli di lunga distanza e per i viaggi brevi, scegli il treno: è un mezzo veloce e molto meno inquinante.

4) Restringi l’uso della macchina: la cosa più importante da chiedere quando compri un’automobile è “Quanto consuma?”. Da tempo sono disponibili macchine che percorrono 100 km con 4 litri e in futuro si potrà diminuire ulteriormente il consumo.

5) Pedala: La bicicletta occupa poco spazio e non consuma nulla. È silenziosa e pulita e ti mantiene in forma. Quindi ogni occasione è buona per montare in sella!

I piccoli gesti possono fare la differenza, anche se sembrano piccoli e ininfluenti, ma se applicati da tutta la comunità, potranno portare giovamento alla nostra salute e al nostro ambiente.
Fondazione CMT ti invita a provare ad abbracciare uno stile di vita più salutare ed ecologico, almeno per un breve periodo: siamo sicuri che noterai subito la differenza e gli effetti benefici per il tuo fisico e per la tua mente.
Pensare globalmente e agire localmente è la via per cercare di creare un mondo migliore per la nostra salute e quella di tutta la collettività.
Provare per credere.

BLOG: http://blog.fondazionecmt.it/

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *