Inquinamento e tumori: i rischi per la salute

In occasione della Giornata Mondiale della Terra, la più grande manifestazione del pianeta in cui si celebra e promuove la salvaguardia dell’ambiente, parleremo di inquinamento e tumori, un problema che purtroppo interessa ancora moltissime persone in tutta Europa.
Istituita nel 1970 dal presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy, la Giornata Mondiale della Terra vuole sensibilizzare la popolazione su tematiche come l’inquinamento d’aria, acqua e suolo, le specie di animali e piante a rischio, la distruzione degli ecosistemi e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili. Noi ci occuperemo in particolar modo dell’inquinamento atmosferico e dei suoi effetti sulla salute umana.

Inquinamento e tumori
Inquinamento e tumori
Durante gli ultimi decenni, le emissioni di molti inquinanti atmosferici sono decisamente diminuite in tutta Europa. Nonostante questo, il livello di inquinamento è ancora troppo elevato e le problematiche connesse alla qualità dell’aria persistono. In particolar modo nelle città, i limiti fissati dalla legge sono spesso ampiamente superati e la presenza di particolato, ozono e biossido d’azoto è causa di numerosi rischi per la salute.
Analizzeremo questi rischi partendo proprio dalla correlazione tra inquinamento e tumori. Uno studio europeo, che ha coinvolto anche l’istituto Nazionale dei Tumori di Milano, ha dimostrato che esiste un legame molto stretto tra la cattiva qualità dell’aria e il tumore al polmone.
In particolare, ogni incremento di 10 microgrammi di PM10 per metro cubo causa un aumento del 22% del rischio di tumore al polmone, percentuale che sale al 51% se parliamo di adenocarcinomi.
Tra i nove paesi coinvolti in questo studio, Italia, Norvegia, Svezia, Danimarca, Olanda, Grecia, Spagna, Regno Unito e Austria, proprio quello italiano è risultato il territorio più inquinato.

Altre patologie
La lista delle malattie e dei problemi di salute che causa l’inquinamento è molto più lunga rispetto a quanto si potrebbe pensare. Oltre ai tumori infatti, gas di scarico e polveri sottili sarebbero responsabili anche di attacchi di cuore, asma, diabete e talvolta demenza.
In questi casi le prove scientifiche sono ancora al vaglio degli esperti, ma il fatto che molte di queste malattie si presentino principalmente nelle grandi città fa pensare che la correlazione con l’inquinamento sia più che probabile.

Indipendentemente dai rischi dell’inquinamento per la nostra salute, durante la Giornata Mondiale della Terra dovremmo comunque ricordarci che in questa Terra siamo solo ospiti. Il nostro comportamento magari non avrà conseguenze immediate che ci toccheranno in prima persona, ma influenzerà l’esistenza di altre specie viventi oltre che degli uomini e delle donne che verranno dopo di noi. Pensiamoci!
Continuate a seguire Fondazione CMT su:
blog
sito
E se volete aiutarci, ecco come potete destinare alla nostra Fondazione il 5xMille: cliccate qui.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *