Lotta contro i tumori in Italia: sono le donne le più colpite. Diminuisce la mortalità

La lotta contro i tumori dovrebbe essere uno degli obiettivi più importanti della nostra società. In Italia, infatti, ogni giorno vengono registrati circa 1000 nuovi casi di tumore. Dai dati forniti nel documento “I numeri del cancro in Italia 2016” risulta che le donne sono le più colpite, ma fortunatamente negli ultimi anni i casi di mortalità sono diminuiti sensibilmente.

lotta contro i tumori
Due associazioni che si battono per la lotta contro i tumori, l’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) e l’Associazione italiana registri tumori (Airtum), hanno recentemente pubblicato un interessante report che chiarisce molto bene la situazione dei tumori in Italia: “I numeri del cancro in Italia 2016”.

Tra i dati da segnalare emerge un aumento dei casi di tumore per le donne. Se infatti nel 2015 ad essere colpite dalla malattia sono state circa 168.000 italiane, nel 2016 questo numero è salito a oltre 176.000. Per gli uomini si è registrata invece una tendenza opposta e, in particolare, una diminuzione annua di casi di tumore del 2,5% circa.

Secondo gli esperti, l’aumento di casi di tumore per le donne è dovuto anche al fumo. Sarebbe infatti in progressione il numero di persone di sesso femminile, anche di giovanissima età, che ha purtroppo fatto propria questa dipendenza. Avere uno stile di vita sano, mantenere una corretta alimentazione antitumorale e abbandonare le cattive abitudini, non può proteggere sicuramente da ogni tipo di tumore, ma secondo recenti studi potrebbe evitare almeno 1 caso di cancro su 3.

Tra i dati positivi e incoraggianti riportati dal documento dell’Aiom e dell’Aritum va segnalata senza dubbio la diminuzione della mortalità. Per quanto riguarda soprattutto le due forme di cancro più comuni per uomini e donne, quello alla prostata e quello al seno, la sopravvivenza a 5 anni è arrivata a sfiorare il 90%. La lotta alla sedentarietà, alle diete scorrette e in parte anche al tabagismo sta cominciando a dare i suoi frutti. Il Presidente dell’Associazione italiana di oncologia medica ha infatti dichiarato che l’Italia è in testa nelle classifiche europee per sopravvivenza di quasi tutti i tumori.

Come si legge in questo documento sulla lotta contro i tumori, quello che fino a qualche tempo fa era percepito come un male senza alcuna possibilità di cura è diventato, grazie al progresso della scienza e all’attenzione posta nei confronti di uno stile di vita sano, una patologia sempre più curabile. I pazienti con alle spalle una storia di cancro sono aumentati sensibilmente: se nel 2006 erano 2 milioni e 244 mila, oggi sono circa 3 milioni e nel 2020 potrebbero essere addirittura 4,5 milioni.

Anche se le possibilità di guarigione, o comunque di convivenza con un tumore, sono nettamente aumentate, non dobbiamo dimenticare che questa malattia colpisce ancora tantissime persone. Solo per citare alcuni numeri, in Italia ogni 24 ore muoiono quasi 500 persone per via del cancro.

Come tutti sappiamo alcuni tumori insorgono per motivi genetici, ma anche molto semplicemente per casualità. Oltre alla prevenzione secondaria attraverso controlli periodici, non possiamo fare nulla in prima persona per prevenire questo genere di malattia.

In tanti altri casi la causa dell’insorgenza di un tumore è invece la conduzione di uno stile di vita non sano. Ed è proprio in questi casi che la prevenzione primaria e l’assunzione di comportamenti corretti risultano di fondamentale importanza. Mantenere un’alimentazione antitumorale, fare attività fisica, evitare l’abuso di alcolici o il fumo sono azioni preziose per salvaguardare la nostra salute e il nostro benessere.

La lotta contro i tumori comincia dal comportamento di ognuno di noi. Cerchiamo di non dimenticarlo mai!
Continuate a seguirci sul nostro blog e sul sito e soprattutto aiutateci a rendere il cancro una malattia sempre più curabile (ecco come fare).

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *