Risotto al Rosso di Barbabietola

Untitled design

La barbabietola rossa è una pianta erbacea biennale, caratterizzata da foglie cuoriformi e piccoli fiori di colore verde o rossastro.
La sua radice a tubero viene utilizzata come alimento e presenta molte proprietà e benefici per la salute.
Ricca di sali minerali, vitamine e antiossidanti, viene utilizzata come aiuto naturale per curare l’anemia.
Gli effetti della barbabietola nel contrastare i tumori sono oggetto di studio fin dagli anno 80 e attualmente sono oggetto di ricerca per la prevenzione dal cancro e malattie cardiovascolari.
Il consumo di questo tubero aiuta a curare le malattie del fegato e attenuare le infiammazioni dell’apparato digerente.
Per gustare al meglio questo alimento dalle mille proprietà vi consigliamo una ricetta semplice, ma che farà felice voi e i vostri ospiti: Risotto al Rosso di Barbaietola.

Ingredienti:

  • 320 g di Risotto Carnaroli
  • 1 L di brodo vegetale
  • 2 rametti di timo
  • 260 g di barbabietole precotte
  • 30 g di vino bianco secco
  • 30 g di olio extra vergine di oliva
  • 100 g di yogurt greco
  • 1 scalogno
  • sale fino

Procedimento:

  • Preparate un brodo vegetale
  • Tagliate 220 g di barbabietole, versatele in un mixer ad immersione con il brodo e frullate
  • Tagliate lo scalogno a fette e fatelo rosolare in olio d’oliva
  • Versate il riso , tostatelo per 3 minuti e sfumatelo con il vino bianco
  • Aggiungete il brodo caldo con un mestolo alla volta e cuocete per circa 10 minuti
  • Versate metà della purea, proseguite con la cottura per altri 5 minuti e versate il resto della purea e del brodo (se necessario)
  • Ultimate la cottura per altri 5 minuti circa e mantecate con l’olio
  • Tagliate e cubetti la barbabietola restante e usatela come guarnizione per i piatti

Un piatto colorato e salutare per un pranzo con amici o una cena sfiziosa in famiglia.
Per scoprire le altre ricette di Fondazione CMT potete cliccare qui.
Ci vediamo a Marzo con la prossima ricetta e nel frattempo vi auguriamo “Buon Appetito”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *